martedì 31 maggio 2016

Fluorescent Adolescent - Arctic Monkeys

You used to get it in your fishnets
Now you only get it in your night dress
Discarded all the naughty nights for niceness
Landed in a very common crisis
Everything's in order in a black hole
Nothing seems as pretty as the past though
That Bloody Mary's lacking a Tabasco
Remember when he used to be a rascal?
Oh, that boy's a slag
The best you ever had
The best you ever had
Is just a memory and those dreams
Not as daft as they seem
Not as daft as they seem
My love, when you dream them up
Flicking through a little book of sex tips
Remember when the boys were all electric?
Now, when she tells she's gonna get it
I'm guessing that she'd rather just forget it
Clinging to not getting sentimental
Said, she wasn't going, but she went, still
Likes her gentlemen to not be gentle
Was it a mega-dobber or a betting pencil?
Oh, that boy's a slag
The best you ever had
The best you ever had
Is just a memory, and those dreams
Weren't as daft as they seem
Not as daft as they seem
My love, when you dream them up
Oh, where did you go?
Where did you go?
Where did you go? Whoa
Falling about
You took a left off Last Laugh Lane
You just sounded it out
You're not coming back again
Falling about
You took a left off Last Laugh Lane
You just sounded it out
You're not coming back again
You used to get it in your fishnets
Now you only get it in your night dress
Started all the naughty nights with niceness
Landed in a very common crisis
Everything's in order in a black hole
Everything was pretty in the past though
That Bloody Mary's lacking in Tabasco
Remember when he used to be a rascal?

Songwriters
JOHANNA BENNETT, ALEX TURNER

sabato 28 maggio 2016

Farò tutto per deluderti




Onestà finisce qua 
Come mai non so decidermi 
Come stai? Dovrei portarti via 
farò in modo di proteggerti 

Sono cose che non sai 
Come mai non so illudermi 
Sto chiamando per raggiungerti 
Tutto per poterti stringere 

Ora so, finisce qua 
come stai? non so convincermi 
dove sei? Mi vuoi respingere 
Farò tutto per deluderti.

martedì 24 maggio 2016

mille ne penso e zero ne faccio

Anche Andrea Pazienza soffriva per amore.
L'ho visto in un'intervista fattagli a Lucca, da Red Ronnie quando ancora non era uno stronzo.
E Paz lo vedi lì, che è fragile. 
Con quel sorriso triste, con quel modo di toccarsi i capelli.
Non riesce a pensare ad altro, e poi ci canta un'Albachiara così malinconica che se non piangi sei pazzo.

La sua versione è fottutamente migliore di quella di Vasco. 





venerdì 20 maggio 2016

ispirazione #1 (Con il termine ispirazione si intende una particolare eccitazione della mente)


  
L’arte non è un modo per guadagnarsi da vivere. Ma è un modo molto umano per rendere la vita più sopportabile. Praticare un’arte, non importa a quale livello di consapevolezza tecnica, è un modo per far crescere la propria anima, accidenti! Cantate sotto la doccia. Ballate ascoltando la radio. Raccontate storie. Scrivete una poesia a un amico, anche se non vi verrà una bella poesia. Voi scrivetela meglio che potete. Ne avrete una ricompensa enorme. Avrete creato qualcosa.

Kurt Vonnegut - Lezione di scrittura creativa


Alessandro Baronciani - Ragazza che cade 3 (2010)


(E io mi chiedo come ho fatto fino ad oggi a vivere senza conoscere Baronciani. Cheddiomifulmini, maledetta ignoranza.)

giovedì 19 maggio 2016

Nemmeno due mesi (marzo 2016)

video

Lui che solitario si immerge nel silenzio dei boschi per lanciare richiami ai gufi

There Was a Boy - William Wordsworth

There was a Boy; ye knew him well, ye cliffs
And islands of Winander! many a time,
At evening, when the earliest stars had just begun
To move along the edges of the hills,
Rising or setting, would he stand alone,
Beneath the trees, or by the glimmering lake;
And there, with fingers interwoven, both hands
Press'd closely palm to palm and to his mouth
Uplifted, he, as through an instrument,
Blew mimic hootings to the silent owls
That they might answer him.—And they would shout
Across the wat'ry vale, and shout again,
Responsive to his call,—with quivering peals,
And long halloos, and screams, and echoes loud
Redoubled and redoubled; a wild scene
Of mirth and jocund din! And, when it changed
that pause of deep silence mock'ed his skill,
Then, sometimes, in that silence, while he hung
Listening, a gentle shock of mild surprize
Has carried far into his heart the voice
Of mountain torrents; or the visible scene
Would enter unawares into his mind
With all its solemn imagery, its rocks,
Its woods, and that uncertain heaven receiv'd
Into the bosom of the steady lake.
Fair are the woods, and beauteous is the spot,
The vale where he was born: the Church-yard hangs
Upon a slope above the village school,
And there along that bank when i have pass'd
At evening, I believe, that near his grave
A full half-hour together I have stood,
Mute – for he died when he was ten years old.




C'era un ragazzo
 
C'era un ragazzo: voi lo conoscevate bene, balze
e isole di Winander! Sovente,
a sera, quando le stelle avevano da poco iniziato
il loro viaggio lungo il confine delle colline,
all'alba o al tramonto, soleva starsene da solo
sotto gli alberi, o presso il corrusco lago,
e lì, con le dita intrecciate e giungendo
le palme le portava alla bocca,
e soffiava, come in uno strumento,
facendo il verso ai silenti gufi
in attesa che gli rispondessero. E le loro urla
si diffondevano nella valle acquitrinosa, e ancora urla,
in risposta al suo richiamo, con tremolanti risonanze,
gridi prolungati, e stridi, alti echi che, viepiù,
si replicavano: una scena selvaggia di tripudio
e di giocondo frastuono. Capitava che pause
di profondo silenzio irridevano alla sua destrezza,
e, allora, in quel silenzio, mentre tendeva l'orecchio
all'ascolto, con un lieve fremito di mite stupore
irrompeva, a volte, nel suo cuore la voce dei torrenti
montani, e lo scenario che gli occhi percepivano
si insinuava inaspettatamente nella sua mente
con tutte le solenni immagini, le rupi,
i boschi, e quel cielo incerto che si adagia
nel seno dell'immobile lago.
Vaghi sono i boschi e ameno il posto,
la valle dove è nato: il cimitero è sospeso
sul declivio sovrastante la scuola del villaggio,
e passando di là, lungo la riva,
di sera, presso la sua tomba
ho sostato, credo, una buona mezz'ora
in silenzio – poiché morì all'età di dieci anni.

mercoledì 18 maggio 2016

The Rime of the Ancient Mariner

O felici creature viventi! Nessuna lingua 
può esprimere la loro bellezza: 
e una sorgente d’amore scaturì dal mio cuore, 
e istintivamente li benedissi. 
Certo il mio buon Santo ebbe allora pietà di me, 
e io inconsciamente li benedissi.
 
Nel momento stesso potei pregare; 
e allora l’Albatro si staccò dal mio collo, 
e cadde, e affondò 
come piombo nel mare.




O happy living things! no tongue
Their beauty might declare:
A spring of love gushed from my heart,
And I blessed them unaware:
Sure my kind saint took pity on me,
And I blessed them unaware.
 
The self same moment I could pray;
And from my neck so free
The Albatross fell off, and sank
Like lead into the sea


(fine della parte IV - Samuel Taylor Coleridge)